15Luglio2018

GERENZANO DEMOCRATICA

Scegliere nel presente - Ricostruire il futuro

Sei qui: Home Campagna Elettorale 2012 Il Programma Il Nostro Ambiente Ambiente, Edilizia, Rifiuti, Mobilità
22 Febbraio 2012 Scritto da 

Ambiente, Edilizia, Rifiuti, Mobilità

5) IL NOSTRO AMBIENTE
Vogliamo un paese  bello non solo esteticamente, ma un paese dove sia bello vivere.  Il benessere non può essere rappresentato da un indicatore economico  ma è anche ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta.


Il benessere, oggi, significa innanzitutto recuperare un rapporto sereno con l’ambiente.  Ogni azione che noi promuoveremo  nel settore energetico e ambientale avrà come sfondo questa consapevolezza: mettere in atto azioni locali che, insieme alle azioni di migliaia di altre città,
contribuiscono a invertire il processo di cambiamento climatico.
Promuoveremo  progetti virtuosi  che coinvolgano cittadini e aziende. Infatti non è possibile raggiungere obiettivi ambiziosi di sostenibilità senza una convinta trasformazione dei comportamenti di tutti.
Ulteriori obbiettivi del nostro intervento saranno uno sviluppo armonico del territorio e la ricerca del bello.
Siamo giunti a queste considerazione partendo dall’osservazione della carta del nostro comune e della sua collocazione territoriale.
Gerenzano si caratterizza per l’estensione del territorio comunale, estensione solo in parte occupata dall’edificato e dalla vicinanza della sua parte edificata con la periferia di Saronno, che al contrario, presenta un altissimo indice di edificato.
Ciò si traduce in una forte spinta ad espandere l’edificato lungo la direttrice della Varesina.
Che fare? Assecondare questa tendenza, opporsi con azioni radicali o considerare il problema dello sviluppo urbano con un occhio che viene dal passato ma guarda al futuro?

Il polmone verde del saronnese
Noi vorremmo agire secondo questo spirito e perciò proponiamo che  Gerenzano diventi il polmone verde per tutto il saronnese.
A tal fine amplieremo il Parco Locale di interesse Sovracomunale e promuoveremo una forte collaborazione con i comuni limitrofi per creare un corridoio verde con il parco del Rugaredo, della Pineta di Appiano/Tradate, e il parco del Lura.

Analizzeremo con ottica revisionale il Piano di Governo del Territorio attualmente in vigore, per capire se esiste un reale bisogno di nuove costruzioni e di espansione del centro abitato come attualmente previsto. Promuoveremo un censimento del costruito (come peraltro auspicato da più parti a livello sovra locale: Forum nazionale dei movimenti per la terra ed il paesaggio - www.salviamoilpaesaggio.it) che stabilisca ufficialmente quale sia attualmente la situazione edilizia di Gerenzano in tutte le sue categorie: residenziale, industriale, terziario.

Rispetteremo i dettami del "Contratto di Fiume Olona-Bozzente-Lura", documento-piano che vede tra i firmatari anche il comune di Gerenzano, che indica priorità, interventi e strategie per "la riduzione dell'inquinamento delle acque; la riduzione del rischio idraulico; la riqualificazione del sistema ambientale e paesistico; la riqualificazione dei sistemi insediativi all’interno del territorio dei bacini dell’Olona, del Bozzente e del Lura; il miglioramento della fruibilità delle aree perifluviali al fine di ridare ai fiumi centralità nelle politiche di sviluppo; la condivisione delle conoscenze sul fiume e delle informazioni sulle azioni in corso o in progetto; lo sviluppo di attività di comunicazione, formazione ed educazione adeguate al raggiungimento degli obiettivi condivisi."

Una casa per tutti nel centro storico
Pensiamo che la casa sia un diritto di tutti prima che un investimento e che il consumo continuo di suolo agricolo sia un depauperamento delle ricchezze del paese. Ciò ci porta a pensare che sia necessario rispondere ai bisogni abitativi della popolazione residente, con una attenzione particolare per i bisogni di case a basso costo o in affitto per le categorie deboli, riqualificando il centro storico senza consumare nuovo territorio.

Il bello non è un problema estetico
La riqualificazione del centro potrebbe garantire il raggiungimento di un secondo obbiettivo, quello di far rinascere la vita sociale, ricucendo il rapporto fra spazi pubblici e spazi privati nel segno della bellezza e dell’armonia.

Promuoveremo il progetto "Colore" per  una omologazione estetica che dia pregio alle vie del centro. In questo progetto si inserisce anche il restauro della facciata di Palazzo Fagnani, orgoglio architettonico del nostro comune, ormai presente solo nella memoria dei nostri concittadini più anziani.

Gli edifici e spazi pubblici
Attueremo una manutenzione straordinaria di tutti gli edifici scolastici per migliorarne la sicurezza e la fruibilità. Pianificheremo  il fabbisogno di aule scolastiche per un periodo sufficientemente lungo (almeno 10 anni).
Si propone di individuare ed attrezzare aree per dei piccoli appezzamenti da adibire ad orto cittadino da assegnare secondo criteri univoci e insindacabili. 

Il risparmio energetico
Introdurremo, nel regolamento edilizio comunale, meccanismi che premino  coloro che volendo ricostruire o ristrutturare la propria abitazione  migliorassero, certificandola, la classe energetica dell’edificio. L’obbiettivo è quello di una sensibile riduzione del consumo energetico delle nostre case attraverso nuovi criteri di:

       o Isolamento termico
       o Energie rinnovabili (pannelli solari termici/fotovoltaici)
       o Efficienza energetica
       o Risparmio idrico (sistemi di recupero delle acque meteoriche per l’irrigamento dei giardini)
Promuoveremo il progetto ”Sole per Tutti” finalizzato all’istallazione  sui tetti degli edifici pubblici e dei privati di impianti fotovoltaici per produrre e consumare “sul posto” energia elettrica “pulita” e ridurre le spesa delle bollette, creando  inoltre opportunità di innovazione e sviluppo per le imprese Gerenzanesi.

Strategia “Rifiuti Zero”
Non possiamo vivere in una società “usa e getta”.   Attualmente Gerenzano è al novantacinquesimo posto con 57,5% di raccolta differenziata mentre il paese più virtuoso della provincia di Varese è al 75%. A Gerenzano il costo del servizio è di 96 euro per abitante, mentre il cittadino di Cislago paga 16 euro in meno, a parità di servizio.  Gerenzano Democratica –Centrosinistra Unito vuole primeggiare in qualità di servizio e minori costi con i comuni più virtuosi della provincia di Varese.

Pertanto promuoveremo  iniziative di “prevenzione” dei rifiuti e educazione al corretto riciclaggio, creeremo  Centri di Re-impiego e Riciclaggio di oggetti riutilizzabili, miglioreremo la raccolta porta a porta di  prodotti domestici tossici (es. vernici, solventi, batterie).

Proporremo il Progetto “Green Service” : ritiro a domicilio del verde prodotto dalla manutenzione di orti, giardini e parchi (esclusivamente rami, foglie, erba e sfalci di potatura).
Incentiveremo lo smaltimento dell’amianto sui tetti di Gerenzano.

Promuoveremo un “Paese pulito”: vogliamo che tutto il territorio comunale compresi  i boschi e le campagne  sia pulito da cima a fondo, bene e costantemente con tolleranza zero al rifiuto abbandonato per strada e nei boschi.

Promuoveremo giornate ecologiche con le scuole, la Proloco  e le associazioni per la pulizia periodica dei boschi.

Traffico stradale e mobilità sostenibile
Promuoveremo uno studio viabilistico finalizzato alla riduzione del traffico passante con l’obiettivo di trovare soluzioni non distruttive di nuovo territorio agricolo per scoraggeremo il traffico automobilistico di passaggio in  Via Fagnani e Via XX Settembre.

Promuoveremo  il collegamento dei comuni confinanti e dei parchi limitrofi con un sistema ciclabile di qualità.  E’ necessario realizzare la pista Gerenzano - Saronno, prevedendo l’attraversamento sicuro della Varesina, nonché il tratto di pista che congiunge i due monconi di pista ciclabile di Via per Uboldo  in Gerenzano a via Dell’acqua in Uboldo. Un tema chiave in questa prospettiva è anche un attraversamento pedo-ciclabile della Ferrovia Nord, linea del Novara  per congiungere il PLIS di Gerenzano con la cava Fusi e l’area boschiva di Uboldo – Cerro.

Due altre piste pedo-ciclabili verranno studiate: Gerenzano – Cislago lungo un tracciato separato dalla varesina e la pista ciclabile per Turate con un sottopasso per attraversare la Varesina da via XX Settembre a Via stazione.
Ripenseremo il trasporto pubblico, anche agevolando le tariffe per gli studenti che vanno a scuola a Saronno.  Studieremo il trasporto pubblico per adeguarlo alle odierne esigenze (basta autobus vuoti che transitano in paese, ma trasporto pubblico modulato secondo le effettive esigenze).
Problemi ereditati

Bonifica della ex discarica
La ex discarica è una fonte di reddito, ma è soprattutto una pesante eredità: i rifiuti non si vedono ma ci sono, ed è necessario fare il punto sullo stato delle bonifiche in corso per valutare i criteri finora adottati da AMSA.
Daremo un nuovo impulso alla bonifica,  finalizzata non all’estetica ed al mascheramento del sito, ma al concreto risanamento e messa in sicurezza di tutta l’area.
Faremo il punto sulla produzione del biogas e sul suo impiego per  aumentare il rientro economico.
Valuteremo lo sfruttamento con pannelli fotovoltaici dell’area inutilizzabile e non fruibile dal pubblico.

Aree industriali dismesse (ex DeAngeli ed ex Nivea, ex OCAR e zone limitrofe): valuteremo l’edificato, il pianificato e gli impegni presi dalla precedente amministrazione al fine di guidare un processo che salvaguardi gli interessi della collettività.



Sede : Via xxx xxx - Gerenzano
e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.